Tel/Fax 0984 35405 / 338 8971926 crcal@fisi.org

“Strada delle Vette” chiusa al traffico veicolare fino a nuova ordinanza.

Arrivata subito a cavallo del Natale l’ordinanza di chiusura al traffico veicolare da parte del Comune di Celico, sul versante Monte Scuro, ha sancito una risposta esaustiva alle richieste e alle sollecitazioni pervenute ai due Comuni su cui ricadono gli accessi del famoso tratto stradale, utilizzato da sempre per la pratica di molte discipline sportive invernali.

Celico e Casali del Manco, i due municipi che risultano proprietari dei terreni ove si snodano i due accessi, vennero sollecitati nel mese di dicembre scorso per preservare l’utilizzo della strada come percorso dedicato allo sci di fondo, allo sci escursionistico, alla pratica di attività escursionistica con ciaspole, evitando la possibilità di potenziali pericoli derivanti da presenza di veicoli a motore.

A sostegno e sollecito delle richieste che la nostra Federazione aveva fatto pervenire, si è subito attivato anche l’Ente Parco Nazionale della Sila a cui va dato merito per l’attenzione che presta alla tutela e allo sviluppo del territorio montano, anche con questi gesti particolare sensibilità e attenzione.

Ora si aspetta la risposta del comune di Casali del Manco per completare il quadro…..speriamo arrivi presto !

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO ATTIVITA’ DURANTE LE FESTIVITA’ NATIZIE

 

 

Con riferimento all’ultima comunicazione emanata dal Presidente della FISI – Flavio Roda con la quale sostanzialmente viene annullata la comunicazione del giorno precedente a seguito dei chiarimenti forniti dal Ministero dell’Interno circa lo svolgimento delle attività agonistiche, riepiloghiamo per brevità le modalità con le quali gli sci club del nostro Comitato potranno svolgere attività:

  • E’ consentita l’attività di allenamento degli atleti d’interesse Nazionale, in preparazione alle gare di cui al calendario ufficiale Nazionale ed Internazionale della FISI, previa apposita convocazione del presidente della società di appartenenza che ne attesti la regolarità del tesseramento FISI e della certificazione d’idoneità medica per la pratica delle discipline sportive praticate a livello agonistico;
  • L’allenamento dovrà obbligatoriamente avvenire alla presenza di un allenatore federale aggiornato con l’STF, il cui nominativo dovrà essere inserito nella convocazione della società ovvero del Responsabile Tecnico;
  • La convocazione dovrà essere inviata tassativamente all’indirizzo e-mail del Comitato Calabro Lucano: crcal@fisi.org
  • Sono autorizzati gli spostamenti al di fuori del Comune di residenza e della propria Regione, in conformità a quanto previsto dall’art.2 del DPCM 3/12/2020, unicamente per raggiungere le località di allenamento, muniti di convocazione della società e di autocertificazione – tali spostamenti potranno avvenire con l’allenatore o per gli atleti maggiorenni con il proprio mezzo, gli atleti minorenni potranno se necessario essere accompagnati da un solo genitore.

Permangono ovviamente tutte le prescrizioni e gli obblighi disposti dalla FISI, dal DL 172 del 18/12/2020 e dal DPCM del 3/12/2020:

Si rinnova l’invito a tutte le Società affiliate al senso di responsabilità ed al rispetto di quanto in precedenza descritto. 

Per maggiori info invitiamo a leggere la  Comunicazione del Dipartimento dello Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 22/12/2020 

Si chiuda temporaneamente la “Strada delle Vette” !

PERICOLO FUORISTRADA E QUAD. IL CAL CHIEDE LA CHIUSURA TEMPORANEA DELLA STRADA DELLE VETTE DA MONTESCURO A VESPA

 Il Comitato FISI Calabro Lucano guidato dall’avv. Bianca Zupi ha inoltrato nei giorni scorsi alle amministrazioni comunali di Celico e Casali del Manco, e per conoscenza all’Ente Parco Nazionale della Sila, la richiesta di chiusura temporanea al traffico veicolare della Strada delle Vette nel tratto Montescuro–Macchia Sacra – Botte Donato – località Vespa per mezzo di un’apposita ordinanza.

La richiesta, fatta pervenire al Commissario Prefettizio dott. Gianfranco Rovito e al Sindaco dott. Stanislao Martire e al presidente dell’Ente Parco della Sila dott. Francesco Curcio, già da diversi giorni,  si è resa necessaria in quanto quel tratto di strada, normalmente innevato da novembre a fine marzo, è parte integrante della pista di fondo di cui usufruiscono agonisti e amatori dello sci nordico e sede della gara ormai diventata un appuntamento fisso di fine stagione: la “Granfondo delle Vette”, inserita nel calendario FISI nazionale.

L’innevamento non ferma i possessori di fuoristrada e quad che si avventurano per il percorso, volendo sperimentare emozioni e incuranti del danno che si procura, mettendo a rischio la sicurezza degli sciatori che da sempre sperano nel senso civico e nel rispetto di quella strada naturalmente usata per altro, in inverno.

Per questo il Presidente del CAL Bianca Zupi, in accordo con il Responsabile regionale del settore Fondo Pino Mirarchi, chiedono l’emissione tempestiva di un’ordinanza temporanea di chiusura al traffico veicolare sino al 31 marzo riguardante il suddetto tratto della Strada delle Vette da destinare a percorso dello sci turistico e amatoriale.

L’accoglimento della richiesta da parte delle amministrazioni comunali, oltre a  scongiurare possibili incidenti e permettere lo sviluppo e la pratica di una disciplina sportiva che in Calabria vanta un buon seguito, rappresenterebbe un segnale di attenzione allo sviluppo e alla tutela del territorio.

A PARTIRE DA LUNEDI’ 30 NOVEMBRE RIVISTA LA QUALIFICA DI “ATLETA DI INTERESSE NAZIONALE”

La Federazione Italiana Sport Invernali ha fornito, con delibera dello scorso 6 novembre, un’interpretazione molto restrittiva della qualifica di “atleta di interesse nazionale”. La scelta, per quanto impopolare, era dettata unicamente da un’esigenza di coerenza, permettendo l’attività solamente a quel movimento sportivo che, nel mese di novembre, aveva pianificato la partecipazione a manifestazioni di interesse nazionale. In un momento di inasprimento delle misure predisposte dal Governo a tutela della salute nazionale, la Federazione ha, infatti, ragionato con senso di responsabilità nell’intenzione di limitare il possibile contagio da covid-19 e ad evitare che la montagna venisse nuovamente additata quale luogo di assembramento e di conseguenza causa del peggioramento dei dati sul contagio.

Nella giornata odierna, la Conferenza Stato Regioni ha approvato le Linee Guida per l’accesso agli impianti di risalita che, a breve, dovranno essere validate dal Comitato Tecnico Scientifico. La speranza federale è di avere un’apertura generalizzata degli impianti di risalita nel rispetto della sicurezza sanitaria, nel frattempo la Federazione può procedere per il momento ad allargare la definizione di “atleta di interesse nazionale” agli atleti delle categorie giovanili e master, nella loro totalità, rimasti esclusi dalla precedente deliberazione, la cui partecipazione a competizioni nazionali e internazionali – comprese quelle programmate in data successiva al termine di vigenza del DPCM del 3 novembre -, nonché agli allenamenti a queste ultime funzionali, sia disposta dalle società o associazioni sportive o dai GSMNS di appartenenzaLe sopra illustrate disposizioni federali entreranno in vigore a partire dal prossimo lunedì 30 novembre p.v.

Corre l’obbligo precisare che ogni decisione relativa all’effettiva partecipazione degli “atleti di interesse nazionale” alle manifestazioni agonistiche e agli allenamenti di cui sopra rimane subordinata alle opportune valutazioni e decisioni in merito da parte delle società, delle associazioni sportive e dei Gruppi Sportivi Militari Nazionali e di Stato di appartenenza.

ATTENZIONE COMUNICAZIONE IMPORTANTE

A seguito del DPCM dello scorso 3 novembre e considerato quanto stabilito all’art. 1 comma 9, lettera e), la Federazione ha fornito al CONI i calendari degli eventi e delle competizioni “di interesse nazionale” e degli eventi organizzati da organismi internazionali ai fini dell’adozione dei provvedimenti di competenza da parte del suddetto organismo, per il periodo di vigenza del citato Decreto (5 novembre – 3 dicembre 2020).

In relazione a disposto all’art. 1 comma 9, lettera oo) che stabilisce che sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici e gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali o lo svolgimento di tali competizioni, la Federazione, in data odierna, ha condiviso, con il CONI, l’individuazione delle categorie e delle classi di età – suddivise per le diverse discipline federali – da intendersi sotto la definizione di “atleti di interesse nazionale”.

Di seguito la tabella che illustra le categorie di “atleti di interesse nazionale”:

DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Sci alpino U18 ASPIRANTI 16 – 17 01/01/2003 – 31/12/2004
Sci alpino U21 JUNIORES 18 – 20 01/01/2000 – 31/12/2002
Sci alpino SENIORES 21 – 29 01/01/1991 – 31/12/1999
Sci alpino MASTER D – femminile 30 – 44 01/01/1976 – 31/12/1990
Sci alpino MASTER A – maschile 30 – 44 01/01/1976 – 31/12/1990
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Sci di fondo U18 ASPIRANTI 16 – 17 01/01/2003 – 31/12/2004
Sci di fondo GIOVANI 16 – 19 01/01/2001 – 31/12/2004
Sci di fondo U20 JUNIORES 18 – 19 01/01/2001 – 31/12/2002
Sci di fondo UNDER 23 20 – 22 01/01/1998 – 31/12/2000
Sci di fondo SENIORES 23 – 29 01/01/1991 – 31/12/1997
Sci di fondo MASTER M1 – maschile 30 – 44 01/01/1976 – 31/12/1990
Sci di fondo MASTER F1 – femminile 30 – 44 01/01/1976 – 31/12/1990
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Snowboard ASPIRANTI 15 – 16 01/01/2004 – 31/12/2005
Snowboard JUNIORES 17 – 19 01/01/2001 – 31/12/2003
Snowboard SENIORES 20 – 40 01/01/2000 – 31/12/1980
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Freestyle GIOVANI 15 – 19 01/01/2001 – 31/12/2005
Freestyle SENIORES 20 – 40 01/01/2000 – 31/12/1980
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Sci alpinismo U20 JUNIORES 18 – 19 01/01/2001 – 31/12/2002
Sci alpinismo U23 20 – 22 01/01/1998 – 31/12/2000
Sci alpinismo SENIORES 23 – 44 01/01/1976 – 31/12/1997
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Salto con gli sci U16 14 – 15 01/01/2005 – 31/12/2006
Salto con gli sci U20 16 – 19 01/01/2001 – 31/12/2004
Salto con gli sci SENIORES 20 – 30 01/01/2000 – 31/12/1990
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Combinata Nordica U16 14 – 15 01/01/2005 – 31/12/2006
Combinata Nordica U20 16 – 19 01/01/2001 – 31/12/2004
Combinata Nordica SENIORES 20 – 30 01/01/2000 – 31/12/1990
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Biathlon U17 ASPIRANTI 15 – 16 01/01/2004 – 31/12/2005
Biathlon U19 GIOVANI 17 – 18 01/01/2002 – 31/12/2003
Biathlon U22 JUNIORES 19 – 21 01/01/1999 – 31/12/2001
Biathlon SENIORES 22 – 40 01/01/1998 – 31/12/1980
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Slittino ALLIEVI JUGEND 2 12 – 13 01/01/2007 – 31/12/2008
Slittino ASPIRANTI JUNIOREN 1 14 – 16 01/01/2004 – 31/12/2006
Slittino JUNIORES JUNIOREN 2 17 – 19 01/01/2001 – 31/12/2003
Slittino SENIORES 20 – 34 01/01/1986 – 31/12/2000
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Skeleton JUNIORES B 16 – 20 01/01/2000 – 31/12/2004
Skeleton JUNIORES A 21 – 23 01/01/1997 – 31/12/1999
Skeleton SENIORES 24 – 35 01/01/1996 – 31/12/1985
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Bob JUNIORES B 16 – 20 01/01/2000 – 31/12/2004
Bob JUNIORES A 21 – 23 01/01/1997 – 31/12/1999
Bob SENIORES 24 – 35 01/01/1996 – 31/12/1985
DISCIPLINA CATEGORIA ETA’ ANNI NASCITA
Sci di velocità ASPIRANTI 16 – 17 01/01/2003 – 31/12/2004
Sci di velocità JUNIORES 18 – 19 01/01/2001 – 31/12/2002
Sci di velocità SENIORES 20 – 44 01/01/2000 – 31/12/1976

Solo gli atleti che rientrano nelle categorie della tabella di cui sopra, sono quindi autorizzati:

1. allo svolgimento di allenamenti finalizzati alla preparazione di competizioni sportive nazionali e internazionali e/o
2. allo svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali di cui sopra.

I suddetti “atleti di interesse nazionale” sono, in virtù della loro “qualifica” autorizzati agli spostamenti – anche extra Regione – per le due motivazioni di cui sopra ai punti 1 e 2.
https://www.fisi.org/federazione/news/22075-dpcm-3-novembre-nuova-definizione-atleti-di-interesse-nazionale-e-relativa-attivita

Consiglio Regionale per la nuova stagione invernale

“Parte” ufficialmente stasera con la convocazione da remoto del Consiglio Regionale del CAL, la stagione invernale 2020/21. All’ordine del giorno oltre alla relazione del Presidente, la programmazione estiva svolta, l’approvazione dei calendari di gara e soprattutto i chiarimenti allo svolgimento della nostra attività sportiva, alla luce delle norme dell’ultimo DPCM. Nella speranza che non ci siano ulteriori lockdown totali, la FISI Calabro Lucana si prepara come ogni anno ad affrontare una nuova stagione, con nuove prospettive ma anche con atavici problemi strutturali, per i quali si sta agendo verso le locali amministrazioni al fine di garantire a tutti, la fruibilità delle nostre piste da sci. La Basilicata e la Calabria hanno grandi potenzialità, negli sport invernali che spesso si vedono però limitate, per le difficoltà che si incontrano a rendere tutto “normale”. Uno degli obbiettivi di questa Federazione è sempre stato quello di tornare a vedere regolarmente aperti tutti gli impianti sciistici sparsi da Gambarie a Viggiano, sia per lo sci Alpino che per lo sci di fondo. Che sia la volta buona, per dare inizio ad un cambio di rotta ? 

DOMENICA 4 OTTOBRE IL PRIMO RADUNO TECNICO PER LO SCI NORDICO A CAMIGLIATELLO – A TERRANOVA DI POLLINO SABATO LA FORMAZIONE PER SKIPOWERCLUB 2.0

Prove di normalità. Potrebbe essere questo in sintesi il titolo del primo appuntamento stagionale per il movimento sportivo che fa capo al Comitato FISI Calabro Lucano guidato da Bianca Zupi.

Per il primo fine settimana di ottobre sono gli atleti e i dirigenti dello sci di fondo a ripartire con l’attività invernale, per ciò che riguarda la preparazione tecnica e atletica, con un doppio impegno sotto la guida dell’istruttore federale Tommaso Tamburro, nonché coordinatore dei Comitati Appenninici e allenatore della Nazionale Juniores.

Sarà Camigliatello Silano ad ospitare domenica 4 ottobre il primo raduno tecnico per lo sci nordico della stagione 2020/2021, previsto a fine agosto e rimandato per cause di forza maggiori.

Sono convocati gli atleti inseriti nelle squadre di Fondo delle categorie U16/U14, i quali si sottoporranno ai test atletici di verifica previsti dal protocollo FISI. Sono invitati a partecipare anche gli atleti delle categorie U12/U10/U8 per una giornata di attività propedeutiche come previsto nel programma tecnico approvato dal CAL.

Grazie alla collaborazione fra gli sci club Montenero e Camigliatello lungo le strade che portano a Montescuro e nei pianori in prossimità degli impianti si concentreranno le attività di skiroll atletiche e tecniche di tutte le categorie interessate.

La squadra dei fondisti CAL, accompagnata dal responsabile regionale del Fondo Pino Mirarchi, dal presidente della Commissione Tecnica Fondo Isabella Salamone e dal personale degli sci club affiliati alla Federazione degli Sport Invernali, avrà inoltre la possibilità, sabato 3 ottobre, di prendere parte ad un percorso di formazione relativo al progetto SkiPowerClub 2.0 presso il Centro Sci di Fondo e Nordic Walking di Terranova di Pollino.

Gli incontri si svolgeranno nell’osservanza del protocollo redatto dalla Federazione italiana Sport Invernali in ottemperanza agli ultimi decreti ministeriali, nel rispetto delle esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da Covid-19.

Tra programmi e incarichi si avvia la prossima stagione

Con l’avvio della stagione FISI 2020/2021 è ripresa la programmazione delle attività nel rispetto delle linee guida ministeriali riguardanti lo sport e l’attività motoria.
I vertici del Comitato Calabro Lucano, rappresentato dal Presidente Bianca Zupi, anche durante il periodo di isolamento causato dalla pandemia da Covid-19,hanno mantenuto i contatti con le associazioni affiliate alla Federazione degli Sport Invernali per condividere

informazioni e indicazioni utili alla ripresa, nella speranza che i dati sanitari permangano stabili.
È di questo periodo la nomina del Responsabile Sanitario del CAL, individuato nel dott. Nino Avventuriera (in foto), il quale avrà il compito di far rispettare il protocollo sanitario indicato dalla Federazione durante le attività agonistiche.

 

Ora si lavora all’organizzazione di un raduno tecnico e atletico, da svolgersi in Sila, a San Giovanni in Fiore (CS) e al Villaggio Baffa (KR) nel mese di agosto, pensato per gli atleti dello sci nordico che possono iniziare gli allenamenti a secco in preparazione delle gare di ski roll previste per il prossimo autunno, sulla scia della positiva esperienza dello scorso anno. Uno dei tanti appuntamenti che il settore fondo, guidato dal DT Pino Mirarchi, ha messo a punto con la Commissione Tecnica del CAL, per l’avvio di una prossima stagione di rilancio: stage, formazione, raduni, competizioni rivolte a far crescere sempre più il livello delle nostre Squadre Regionali, ormai alacremente al lavoro.

Nel frattempo questo Comitato ha sollecitato, tramite comunicazione certificata, alcune amministrazioni comunali del Pollino, sia del versante lucano che calabrese, affinché si attivino per provvedere alla manutenzione delle strade così da consentire l’attività sportiva dei club affiliati alla FISI e lo sviluppo di un turismo sportivo che gioverebbe al territorio e al movimento sportivo.

Novità in arrivo anche per quanto riguarda lo sci alpino: la dirigenza del Comitato si sta attivando per la nomina di un Responsabile Tecnico esterno, di provata esperienza agonistica nazionale e internazionale, che avrà il compito di stimolare e rivitalizzare un settore fermo da tempo, il cui nome verrà comunicato a ratifica avvenuta.

Sport & Turismo, il Comitato FISI CAL fortemente sorpreso per il mancato coinvolgimento

COSENZA – Sulla visita a Lorica della governatrice della Calabria Jole Santelli, che accompagnata da assessori e consiglieri ha incontrato imprenditori e amministratori del comprensorio silano, si è espressa Bianca Zupi, presidente del Comitato Calabro-Lucano della FISI.

Come portavoce della Federazione Italiana Sport Invernali, Zupi si è detta sorpresa che ad un dibattito a più voci fra istituzioni e operatori turistici non siano stati coinvolti i promotori del turismo sportivo.

«Desta meraviglia – ha affermato il presidente del CAL – che la FISI e le associazioni sportive, che operano da oltre 50 anni sulle montagne della Sila organizzando competizioni, occupandosi dell’omologazione delle piste, trovando gratuitamente soluzioni tecniche e portando migliaia di persone a sciare, non vengano considerati in un dialogo finalizzato alla crescita di un comprensorio dalle eterne potenzialità inespresse».

La FISI calabro lucana, ricorda il presidente, si è mossa in più occasioni – portando a Lorica anche il presidente nazionale FISI Flavio Roda – affinché la complessa situazione degli impianti di risalita potesse trovare una risoluzione che non penalizzasse ulteriormente una zona montana che ha le caratteristiche per diventare una stazione sciistica di rilevanza geografica. «Ricordo a tutti gli operatori e ai politici – prosegue Zupi – che da 8 anni Lorica è praticamente chiusa e che la Sila più che una “destinazione” turistica è l’emblema dell’inefficienza se si considera che nelle altre località montane un impianto di risalita come quello che doveva segnare una svolta per il nostro territorio viene costruito e consegnato in 8 mesi al massimo».

«Vogliamo sperare che oltre che di agevolazioni e di costose campagne di comunicazione, durante l’incontro con la governatrice sia stato comunicato il cronoprogramma della riapertura degli impianti di Lorica, degli interventi di manutenzione delle altre stazioni, dell’implementazione delle infrastrutture turistiche e dei collegamenti fra le stesse». «Non possiamo che augurarci – ha concluso – che si trovino finalmente soluzioni e che l’altipiano accolga adeguatamente le migliaia di appassionati di sport invernali costretti ad andare a sciare fuori regione».

Lorica

Ora è possibile ripartire anche per i più piccoli !

Dopo la comunicazione per i giovani , stamattina arriva anche quella relativa alla
RIPRESA ATTIVITA’ CHILDREN, CUCCIOLI E BABY

in relazione alla ripresa dell’Attività per le categorie Children e Pulcini, si riportano sommariamente le disposizioni federali:

Per quanto riguarda le categorie Children, Cuccioli e Baby è già possibile la ripresa dell’attività fisica individuale e di gruppo, rispettando le norme dello stesso decreto.
Nel momento in cui verrà ammessa l’apertura degli impianti, potranno ugualmente fare uso degli stessi, rispettando le indicazioni riguardo ai gruppi 1 e 2:

– Gruppo 1: agli atleti che dal 1 febbraio ad oggi hanno presentato una sintomatologia riferibile a Covid (febbre, tosse, dispnea, etc..), si consiglia il rientro alla pratica sportiva a seguito di una nuova visita di idoneità sportiva.

– Gruppo 2: gli asintomatici che non hanno presentato dal 1 febbraio ad oggi sintomi riferibili a Covid (febbre, tosse, dispnea, etc..), possono riprendere l’attività sportiva nel pieno rispetto delle regole del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020.

Per quanto riguarda il trasporto, nei diversi protocolli federali viene richiesto di “privilegiare” L’UTILIZZO DI MEZZI PROPRI in quanto per i veicoli ad “uso promiscuo” sarebbe opportuno procedere alle operazioni di sanificazione e rimandando alle disposizione normative attualmente vigenti che si riportano – di seguito – per comodità:
• Il passeggero non può occupare il sedile accanto al conducente
• Non più di due passeggeri sui sedili posteriori purché muniti di dispositivi di sicurezza. In mancanza dei dispositivi, consentito un solo passeggero
• Su vetture omologate al trasporto di sei o più persone, consentiti non più di due passeggeri per ogni fila di sedili purché muniti di mascherine. Se possibile, dotare le vetture di paratie
• Uso di dispositivo di protezione individuale per il conducente

Tutte le info 👇

https://www.fisi.org/federazione/news/21612-covid-19-tutte-le-informazioni-utili-per-la-ripartenza?fbclid=IwAR2DrqyE3M-Xk-rx5ocRCUwjrYwFGl_e5TCoqXxBSoQ569RQk1WCDFwRpc8