Tel/Fax 0984 35405 / 338 8971926 crcal@fisi.org

Terranova di Pollino: il Centro Fondo avrà anche la pista di skiroll !

TERRANOVA DI POLLINO, INCONTRO TECNICO FRA LA DIRIGENZA FISI CAL

E LE ISTITUZIONI SULLA REALIZZAZIONE DI UNA PISTA PER LO SKIROLL A PIANO GIUMENTA

 

Ieri, venerdì 18 giugno, la presidente del comitato FISI Calabro Lucano Bianca Zupi e il referente dello sci di fondo Pino Mirarchi si sono recati a Terranova di Pollino per interpellare il Sindaco Vincenzo Golia riguardo i tempi di realizzazione di una pista per la pratica dello skiroll in località Piano Giumenta, sede del Centro Fondo e dei possibili interventi per migliorare la viabilità dell’ultimo tratto stradale che porta al Centro di Sci di Fondo e Nordic Walking.

Alla riunione, svoltasi negli spazi esterni del Centro, hanno preso parte anche Leopoldo Desideri, Presidente del CONI Basilicata, Rossella Di Girolamo, per conto dell’Assessore regionale alle Attività produttive Francesco Cupparo, Aldo Schettino, funzionario forestale dell’Ente Parco del Pollino, Filomena Genovese, consigliere comunale, Giovanni Izzi, presidente dello sci club Terranova di Pollino e Isabella Salamone, consigliere tecnico federale.

Si è trattato del primo degli incontri con le istituzioni e i referenti territoriali programmati dalla dirigenza del comitato Calabro Lucano e indicati nel Progetto Fondo 2021 allo scopo di cercare risoluzioni alle criticità che pregiudicano la buona riuscita dell’attività agonistica federale, dando una nuova ondata di entusiasmo e sviluppo alla disciplina.

Il Sindaco di Terranova di Pollino ha dato massima disponibilità relazionando sullo stato dei lavori e sull’entità dei finanziamenti predisposti che hanno richiesto una recente rimodulazione ma che contemplano la realizzazione di una pista di ski roll e snowtubing, potenziale centro attrattivo in quanto unica al Centro Sud.

La realizzazione dell’opera deve tuttavia tener conto dei vincoli ambientali, su cui si è espresso però positivamente il funzionario dell’Ente Parco del Pollino Schettino, poiché una parte del territorio di Piano Giumenta, su cui sorge il Centro, è inserita nella rete ecologica europea “Natura 2000”. Si è discusso anche del problema della viabilità, per il quale sono giunte le sollecitazioni anche del Presidente del CONI della Basilicata Desideri, che ha inoltre garantito il supporto del Comitato Olimpico regionale in ogni azione necessaria, dalla progettazione al sostegno anche di interventi tramite il Credito Sportivo.

La Presidente del CAL Zupi ha insistito su quanto sarebbe importante per il movimento sportivo e per lo sviluppo territoriale la realizzazione delle opere previste nei tempi giusti, consentendo le attività sia nei mesi estivi che in quelli invernali. Argomento su cui si è soffermato anche il referente del Fondo Mirarchi, insistendo sulle potenzialità del comprensorio lucano in grado, per caratteristiche tecniche, di ospitare competizioni di carattere nazionale, il quale ha poi fortemente sottolineato il grande lavoro della Commissione Tecnica Fondo del CAL per la stesura del Progetto Fondo 2021, un intervento di analisi e proposte per tutte le aree territoriali attualmente interessate alla pratica dello sci di fondo ma anche per tutte le attività sociali dei club, in sofferenza a  volte per problematiche legate a fattori esterni a quello prettamente sportivo.

Sulla salvaguardia dell’attività sportiva giovanile e sull’importanza di dare continuità nella pratica si è espresso poi il presidente dello sci club Terranova di Pollino Izzi, appassionato promotore dello sci nordico e delle attività federali.

Effettuato il sopralluogo sul tracciato della pista, con le considerazioni dei tecnici presenti che si sono espressi tutti favorevolmente, il Sindaco Golia ha manifestato l’impegno dell’amministrazione ad accelerare i processi tecnici e burocratici per la realizzazione dell’opera, con l’augurio di riuscire a portare sul posto almeno due manifestazioni sportive nazionali FISI. Su questo il Presidente Zupi ed il Responsabile Mirarchi hanno garantito l’assoluto sostegno alla realizzazione di tutto quanto possibile, in ambito Federale, se le condizioni saranno quelle realmente illustrate.

Un bando assolutamente illegittimo e discriminatorio !

Se pure fa pensare ad uno scherzo, non lo è.

Assolutamente vero e allo stesso tempo assurdo il concetto discriminatorio che la Regione Calabria ha messo in cantiere con il bando denominato “Ristora Calabria Bis”. A leggere il bando, tra i beneficiari individuati, oltre alle PMI, ad attività economiche di vario genere selezionate per codici Ateco, spunta e risalta in maniera inopportuna questa “genialata”, il bando è riservato anche  e solo a:

associazioni Sportive Dilettantistiche (ASD) e Società Sportive Dilettantistiche (SSD), con sede operativa nella Regione Calabria, affiliate alla Federazione italiana Nuoto e/o alla Federazione italiana Nuoto Paralimpico, da almeno 3 anni in Calabria e che svolgono attività agonistica nelle diverse discipline acquatiche mediante atleti agonistici tesserati FIN per la stagione 2020/2021, regolarmente iscritte alla data di presentazione della domanda al registro Nazionale del CONI.

Precisiamolo subito onde evitare spiacevoli equivoci: nulla contro gli amici della F.I.N. che con tanto lavoro e sacrifici, contribuiscono anche loro a dare lustro allo sport Calabrese. Ma è offensivo per le intelligenze, è umiliante per le persone e le professionalità di tutte le altre Federazioni Sportive Calabresi, cosi come ha dichiarato anche lo stesso Presidente Regionale del CONI Condipodero.

 

Mi appello all’intelligenza della struttura Regionale, del Presidente F.F. Spirlìtuona il Presidente della FISI Bianca Zupisi provveda a ritirare o rettificare immediatamente il bando, dando pari dignità alle migliaia di altre società sportive dilettantistiche della nostra Regione. Noi non siamo figli di un Dio minore, mettiamo anima e corpo da volontari a disposizione dello Sport calabrese e delle migliaia di ragazzi esattamente come tutti gli altri soggetti, che hanno subito i “danni” che questo bando vorrebbe ristorare!”

Ufficio Stampa F.I.S.I. Comitato Regionale Calabro Lucano

Bonus Riaffiliazione 2021/22

Sulla stessa scia delle indicazioni che sono pervenute dalla FISI centrale che, su comunicazione del Presidente Roda, ha rinnovato un congruo bonus per la riaffiliazione alla prossima stagione agonistica, anche il Comitato ha deliberato di rinnovare il sostegno alle Associazioni che per la seconda stagione consecutiva sono state colpite dalla crisi sanitaria mondiale, con importanti perdite di tesserati e di attività. Alle € 725,00 di sostegno della FISI, deliberate per tutte quelle Società che si riaffilieranno entro il 31/12  andranno aggiunte le € 200,00 del CAL ulteriori per le società che si riaffilieranno entro il 31/07, volutamente stabilite per dare subito un impulso di ripartenza per la nuova stagione.

Di seguito la lettera del Presidente Roda a tutte le Società.

Lettera Presidente Flavio Roda – 18-05-2021 – Bonus Riaffiliazione 2021-2022

Granfondo delle Vette 2021: ANNULLATA ! Rischio sanitario troppo alto.

In virtù della situazione sanitaria legata alla nuova impennata di contagi di “Covid-19” che appare evidente colpisce soprattutto fasce giovanili e quindi con più rapidità di contatti, il Consiglio Direttivo del nostro club si è riunito e sentito pure il parere del nostro Responsabile Medico ha deciso di “ANNULLARE” la competizione “Granfondo delle Vette 2021 – International Ski Race” in calendario domenica 21, così come sta purtroppo succedendo per quasi tutte le altre competizioni di Granfondo sul territorio Italiano ed Europeo cercando di limitare spostamenti e potenziali rischi per atleti e loro famiglie.
Nell’auspicio che si possa finalmente tornare alle immagini splendide e festose delle edizioni trascorse, con la grande partecipazione di tutti, si da un arrivederci al 2022😔.
Uff.Stampa Granfondo delle Vette

Impianti di Lorica, c’è solo una strada: il dissequestro !

SOPRALLUOGO AGLI IMPIANTI DI LORICA CON LA DIRIGENZA CAL  E L’ASSESSORE REGIONALE AL TURISMO FAUSTO ORSOMARSO

Un incontro sollecitato dal comitato FISI Calabro Lucano per discutere del futuro degli sport invernali sull’intero territorio silano conseguente ad un’accorata richiesta sui social da parte dello Sci Club Montenero, di poter tornare ad usufruire delle piste di monte Botte Donato per l’attività agonistica della Federazione.

L’appello è stato accolto dall’assessore regionale al Lavoro, Sviluppo economico e Turismo Fausto Orsomarso che domenica 7 marzo ha incontrato, a Lorica, i rappresentanti del comitato FISI Calabro Lucano – la presidente Bianca Zupi, il vicepresidente Pino Mirarchi e i consiglieri Piera Luberto e Giorgio Cipparrone -, una componente dei dipendenti degli enti che si occupano della gestione degli impianti di risalita e rappresentanti dell’amministrazione comunale di San Giovanni in Fiore.

Durante il confronto è emersa una linea d’azione della Regione – appoggiata dal comitato Calabro Lucano FISI che ha offerto supporto tecnico e logistico – manifestata dalla volontà dell’assessore di coordinare un tavolo tecnico, già avviato nei primi mesi dell’anno, per ottenere il dissequestro degli impianti e successivamente provvedere all’affido della struttura a soggetti idonei, competenti e disponibili al rilancio della stazione turistica.

La presidente Zupi ed i dirigenti del comitato si sono detti soddisfatti dell’esito dell’incontro per l’atteggiamento concreto e  operativo mostrato dall’assessore regionale e a questo punto il Comitato Calabro Lucano si appella alla sensibilità e responsabilità di ogni interlocutore (Regione, Comune di Casali del Manco e Amministrazione Giudiziale) affinché si possa trovare presto una modalità per procedere e risolvere una situazione che penalizza un territorio straordinario, con la consapevolezza che il turismo sportivo montano rappresenta per la Calabria un volano di grande impatto per lo sviluppo economico e territoriale del quale non possiamo più fare a meno.

Ufficio Stampa CAL FISI